LE DOMANDE CHE PONIAMO

  • Le vaccinazioni sono realmente efficaci per la prevenzione delle malattie infettive e, in caso affermativo, in quale misura?
  • Quali sono attualmente le reali possibilità di esposizione al rischio per quelle malattie infettive per cui sono previste vaccinazioni obbligatorie ?
  • Le vaccinazioni sono uno strumento di prevenzione sicuro, privo di effetti collaterali anche gravi che possono compromettere la salute a medio-breve e lungo termine dei soggetti vaccinati? Esistono dati disponibili in grado di dare risposte certe?
  • Quali sono le strategie di monitoraggio esistenti a livello nazionale? In che misura e modalità vengono analizzati i risultati?

007Non siamo in alcuna emergenza sanitaria tale da giustificare misure di emergenza; ma chi decide se vi sia un'emergenza sanitaria? Sulla carta dovrebbe essere di competenza degli organi sanitari preposti sulla base dei dati di monitoraggio. Ma oggi stanno decidendo comuni e regioni, con una spinta a dir poco allarmistica alimentata dei media. Si motivano provvedimenti sottolineando la pericolosità di una soglia di copertura pari al 93%, supportata peraltro da una convenzione basata su stime e toerie.

Il concetto di immunità di gregge è stato sviluppato partendo da osservazioni di immunità naturale, non artificiale, ovvero mediante vaccinazione. Gli statistici hanno osservato che le popolazioni erano protette quando un numero sufficiente di individui aveva contratto la forma selvaggia della malattia, acquisendo successivamente immunità a vita.

Con le vaccinazioni questo discorso decade; la stimolazione del Sistema Immunitario attraverso una vaccinazione infatti non replica la risposta immunitaria che viene invece stimolata quando l’organismo si misura direttamente con il microrganismo per via naturale, e questo spiega la necessità dei richiami vaccinali anche a breve distanza. Inoltre il tetto della soglia minima di copertura per garantire la cosiddetta Immunità di gregge non è mai stato verificato con uno studio longitudinale in doppio cieco, rimanendo teoria.

Teoria sulla quale però si intende applicare un obbligo. Possiamo dunque affermare che l’equivalenza VACCINAZIONE=IMMUNIZZAZIONE non è dimostrabile.