IL NOSTRO BLOG

Ai militari SI e a mio figlio NO - Punte il nostro dubbio senza rispondere alle domande - commissione parlamentare uranio impoverito

Apprendiamo dai nostri "cugini" veneti che la CENSURA sembra essere ancora l'arma che il nostro sistema sa adottare per cercare di nascondere la verità.

Una campagna, quella di CORVELVA, che non ha fatto altro che mettere in evidenza quello che la Commissione Parlamentare "URANIO IMPOVERITO" ha denunciato dopo indagini che sono partite nel 2015 e che si sono concluse nel 2018, ponendo le stesse domande che l'Associazione avanza da 25 anni:

ESAMI PREVACCINALI
FARMACOVIGILANZA ATTIVA
APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO DI PRECAUZIONE

Una campagna che si è diffusa in questi giorni attraverso affissioni stradali, quotidiani, web, social network anche attraverso campagne a pagamento, ma evidentemente a qualcuno questa verità non piace e preferisce la CENSURA.

E l'Associazione CORVELVA non ci sta e diffonde un comunicato:

⚠ HANNO CENSURATO LA CAMPAGNA CORVELVA ⚠

Toccate ieri le 300.000 visualizzazioni, Facebook ha deciso di eliminare il post sulla pagina pubblica Corvelva.

Abbiamo colpito un nervo scoperto?

Aumenteremo il budget destinato alla campagna. Aumenteremo di 10 volte il pubblico raggiunto. Aumenteremo di 10 volte il tempo per cui martelleremo con questa campagna. Aumenteremo le nazioni su cui far rimbalzare la notizia.
Aumenteremo gli sforzi per far si che venga data una risposta alla nostra domanda:

PERCHÉ AD UN MILITARE SI E A MIO FIGLIO NO?
Esami pre-vaccinali, Farmacovigilanza Attiva, Applicazione del Principio di Precauzione

 

Facciamolo diventare virale, usiamo le nostre bacheche per dare eco alla nostra voce. Ci censurano ma non ci zittiscono

www.corvelva.it/commissione-uranio

0
Shares
0
Shares